Come leggere le misure di Stereoplay

di Mario Bon

30 dicembre 2011

(corretto 16 luglio 2012)

 

Secondo me questo è un set di misure sintetico ma molto efficace che copre molti aspetti della riproduzione. Il test è completato da una serie di valutazioni soggettive (con punteggio). Il giudizio estetico è indipendente dal giudizio tecnico. Viene dato un punteggio tecnico e un punteggio complessivo. In questo modo si distinguono i diffusori “brutti” che suonano bene da quelli “belli” ma che suonano meno bene. Il punteggio è assoluto e non fa distinzione di prezzo o di categoria. Ne segue che se un diffusore prende 90 punti significa che suona molto bene indipendentemente dal costo, dalle finiture, dall’estetica, dalle dimensioni, dal numero di vie, ecc.  

 

 

In un solo grafico: modulo dell’impedenza, risposta in frequenza in asse e a 10 e 30° in orizzontale. Vengono esplicitamente indicato il minimo di impedenza. Il segnale di prova ha ampiezza di 2 Vrms anzichè 2.83 quindi la curva di risposta è traslata di 3 dB in basso. Anche tenendo conto di questo il dato della sensibilità, misurato da Stereoplay, appare sempre inferiore rispetto alla stima di Audio Review. Manca la fase dell’impedenza anche se, nel testo, viene indicato esplicitamente il minimo valore del modulo dell’impedenza.

 

 

Misura di risposta in frequenza relativa al diffusore Klipsh La Scala.

 

 

In un solo grafico. Risposta in frequenza rilevata a 85, 90, 95 e 100 dB con la corrispondente distorsione armonica totale (nello stesso colore). Mostra la linearità del sistema come da definizione di linearità. Mostra la compressione dinamica (in questo caso presente tra 40 e 50 Hz sulla risposta in rosso). Se il diffusore “non comprime” le 4 curve di risposta in frequenza sono equistaziate di 5 dB.

Viene data la giusta importanza alla riproduzione dei piccoli segnali (misura a 85 dB). 

 

Quattro diffusori a confronto (notare i prezzi abbastanza simili): Stereoplay pubblica prove anche di 10 diffusori alla volta. Il confronto è immediato.

 

Nota: nella misura di distorsione si vede chiaramente una differenza tra la risposta in frequenza riportata nel grafico dove è riportata anche l’impedenza ed il grafico della distorsione. La differenza è dovuta al fatto che la risposta in frequenza della parte bassa viene misura in campo vicino (ed equivale alla misura con l woofer su schermo infinito) mentre il riferimento per la misura di distorsione è ottenuto a uno o due metri (dove avviene la misura) ed è condizionato dall’ampiezza del pannello frontale del diffusore. A questo punto verrebbe da chiedersi perché si fa la misure in campo vicino. Lo si fa perché ”assomiglia di più” alla risposta che si ottiene in prossimità delle pareti.   

 

Con questo format, sempre uguale per ogni diffusore, confrontare due diffusori è immediato. Peccato sia in tedesco.

Si noti il punteggio “tecnico” (Absolute Spitzenld.) e il punteggio totale. La classifica generale viene stilata in base al punteggio tecnico (indipendentemente dal prezzo e dall’estetica).