Leggere le misure di Soundstage!

di Mario Bon

30 gennaio 2012

 

 

 

July 2002

Revel Ultima Studio Loudspeakers

by Marc Mickelson

 

cross.over: 220Hz e  2.2kHz  24dB/octave

tweeter: 1" alluminio (frontale)

tweeter posteriore: 0.75"

medio: 5¼" titanio

woofer: due da 8" copolimero caricato  mica/carbon.

 

Questo diffusore è dotato di un tweeter posteriore che compensa la direttività del tweeter frontale. Le misure non riportano questo aspetto.

La particolare forma del mobile causa una certa quantità di diffrazione.

Si noti che la filosofia di progetto di Toole (vice presidente del gruppo Haemann che possiede Revel) non prevede l’uso di sorgenti ausiliarie.

 

SoundStage affida le misure ad un istituto canadese che dispone di una camera anecoico. Le misure sono sempre quelle e non vengono adeguate al particolare tipo di diffusore.

 

Microphone measuring position: Between tweeter and midrange

 

Frequency response, 20Hz - 20kHz (measured @ 2m, plotted @ 1m)
Loudspeaker sensitivity (averaged 300Hz - 3kHz, 2.83V/1m)
Top curve: on-axis response
Middle curve: 15 degrees off-axis response
Bottom curve: 30 degrees off-axis response

Sensitivity: 87.0dB

 

Misurata tra 300 e 3000 Hz

Risposta in frequenza in camera anecoica rilevata a 2 metri e riferita a un metro (come da normative) su tre angoli (0, 15 e 30 gradi). Sensibilità valutata tra 300 e 3000 Hz. La camera anecoica presenta un modo importante a circa 30 Hz. Il microfono è stato posto tra medio e tweeter.

 

Frequency response, 20Hz - 20kHz (measured @ 2m, plotted @ 1m)

Top curve: 45 degrees off-axis response
Middle curve: 60 degrees off-axis response
Bottom curve: 75 degrees off-axis response

Come sopra ma su altri tre angoli sempre sul piano orizzontale (45, 60 e 75 gradi). La risposta fuori asse, in questo caso, rimane molto regolare senza picchi o buchi come previsto dal criterio di Toole (vice presidente del gruppo Barman proprietario di Revel ).

Questa misura indica l’andamento delle riflessioni laterali in ambiente.

 

Listening Window, 20Hz - 20kHz (measured @ 2m, plotted @ 1m)

Response curve is an average of five measurements:
on-axis, 15 degrees left and right off-axis,
15 degrees up and down off-axis

Finestra di ascolto: vengono riprese più risposte in frequenza: in asse e a 15° (sopra, sotto, a destra e a sinistra). Le risposte vengono mediate e la media viene riportata nel grafico. Nessun ascoltatore “sente” questa “risposta in frequenza” e questa misura non rappresenta una quantità fisica. Questa misura non vuol dire molto. Sarebbe meglio rappresentare tutte le risposte rilevate il che consentirebbe di distinguere le risonanze dalle interferenze.

 

THD+N @ 90dB, 50Hz - 10kHz (measured @ 2m)

Top curve: frequency response @ 90dB SPL
Bottom curve: THD+N @ 90dB (50Hz - 10kHz)

Distorsione armonica totale a 90 dB. La distorsione si trova oltre il limite inferiore del grafico. Appare solo il contributo superiore allo 0.5% circa. Basterebbe amplificare la distorsione di 20 dB.

La misura viene eseguita al livello di 90 dB (che va anche bene). Si dovrebbero misurare separatamente i contributi di ciascuna armonica (dal secondo al quinto ordine) a partire dallo 0.01%.

Si noti il notch a 3500 Hz circa che qui si vede ma nella  Listening Window è assente.

 

Additional Measurement
THD+N @ 95dB, 50Hz - 10kHz (measured @ 2m)

 

Top curve: frequency response @ 95dB SPL
Bottom curve: THD+N @ 95dB (50Hz - 10kHz)

Visto che la Distorsione è bassa la misura è stata ripetuta a 95 dB di pressione e la Distorsione, come atteso, aumenta.

Si noti che la risposta in frequenza non è proprio uguale a quella del grafico precedente (mentre dovrebbe essere identica a meno di qualche frazione di dB eventualmente dovuto a compressione).

C’è quindi un problema di ripetibilità delle rilevazioni. Con questo ho detto tutto.

 

 

Impedance curve

Vertical axis: impedance
Horizontal axis: frequency

 

(notare l’assenza delle risonanze tipiche del reflex che sono state compensante)

Electrical phase

Vertical axis: phase
Horizontal axis: frequency

 

Il modulo e la fase dell’impedenza vengono riportati su due grafici separati. Sarebbe preferibile una scala meno espansa. La fase dell’impedenza raramente supera i 60° quindi potrebbe essere riportata in un grafico con limiti a + o –90°. In pratica si perdono molti dettagli a causa di una grafica infelice.

 

Almeno tre misure possono essere riportate nello stesso grafico: risposta in frequenza, distorsione e modulo della impedenza elettrica.

 

L’impedenza viene rappresentata “ribaltata” . Non si capisce perché la distorsione sia misurata solo da 50 Hz in su.

 

Commento:

Con una camera anecoica e una scheda CLIO si possono fare misure “allo stato dell’arte”. Qui si fa fatica a capire che bisogna amplificare di 20 dB i prodotti della distorsione.