Alta_Fedelta_1947

 

(J.N.A. Hawkins: “Notes on Wide Range Reproduction”  Audio Engineering, 1947)

 

Howkins nel 1947 osserva che i 90% degli ascoltatore ascolta musica in modo accidentale mentre solo il 10% si concentra sull’ascolto. Per gli ascoltatori accidentali banda passante e distorsione sono poco importanti.

 

Nel 1947 una catena di riproduzione era giudicata ad alta fedeltà se:

 

-          riproduce i suoni allo stesso livello della sorgente originale

-          la risposta in frequenza è contenuta entro 5 dB e non si discosta mai per oltre 10 dB dal livello dei 1000 Hz (preso come riferimento) tra 80 e 8000 Hz

-          il tempo di riverberazione tra 80 e 8000 Hz varia di un fattore inferiore a 3

-          il rumore ambientale è almeno 50 dB più basso del massimo livello del programma musicale

-          il rumore, durante la riproduzione è 30 dB più basso nei passaggi più forti

-          la distorsione di intermodulazione tra 60 e 1000 Hz può arrivare al 30% ammesso che tra  400 e 2000 Hz non superi lo 0.3%

-          agli altri livelli di uscita minori di 10 dB del livello massimo, la distorsione deve essere meno del 10% con la quinta armonica minore dell’1%

 

Riprodurre un suono allo stesso livello dell’originale può riferirsi ai picchi di segnale o al livello SPL. Se si riferisce al livello SPL l’affermazione è accettabile se si riferisce ai picchi di segnale no.

 

La restrizione della banda passante da 80 a 8000 Hz (due decadi) e la linearità oggi sono ampiamente superate (con i subwoofer e il DRC si ottiene una linearità “definita dall’utente”).

 

La considerazione sul tempo di riverberazione è interessante perché dice che, se in gamma media il T60 vale 0.6 secondi, a 80 Hz non deve superare 1.8 secondi. In sostanza il problema delle ”code sonore” a bassa frequenza è noto da sempre. In realtà affinché la “coda sonora” a 80 Hz non sia udibile il tempo di decadimento deve essere nell’ordine di 0.5 secondi

 

Le considerazioni sul livello di rumore ambientale sono sempre valide (si può discutere su 10 dB in più o in meno ma la sostanza  non cambia).

 

Le considerazioni sulla distorsione sono  molto interezzanti perché ammettono distorsioni anche molto alte sotto i 400 Hz ma richiedono tassi di distorsione molto bassi (0.3%) in gamma media dove è noto essere più fastidiosa e