Storia essenziale dell’acustica

La prima a nascere è stata l'acustica geometrica. I teatri greci furono costruiti senza conoscere la fisica del suono. Questo perchè l'acustica geometrica funziona nei grandi spazi.

 

Policleto il giovane da Argo (V a.C)

Architetto del teatro di Epidauro nel 360 a.c.

Crisippo di Soli (281 a.C./277 a.C. – Atene,208 a.C./204 a.C)

Il suono si propaga per onde, come le onde del mare.

 

Il vero sviluppo comincia con l’introduzione del calcolo differenziale

 

Liebinz (1646-1716)

fornisce gli strumenti di calcolo differenziale e

J.B.J. Fourier (1768-1830)

le trasformate.

Lord Releight

Theory of Sound di Lord del 1877 è il primo testo che affronta in modo sistematico il fenomeno sonoro

J. Maxwell(1831-1879)

lo stesso che che predisse la radiazione elettromagnetca subito dopo introduce le analogie elettromeccaniche.

Wollase Sabin (1868-1919)

Acustica ambientale sperimentale.

Olson

riprende le analogie prima nella sua tesi di laurea e poi nei testi a partire dal 1940.

Morse

nel 1948 pubblica "Vibration and Sound".

AES nel 1948 viene fondatala AES.

 

Locanthi

nel 1952 scrive un articolo che sarà copia-incollato da tutti.

Leo Beranek

Nel 1954 pubblica il libro di testo "Acoustics" altrettanto copia-incollato da tutti.


Successivamente arrivano tutti gli altri (Novak, Thiele, Small, Keele). Ciascuno aggiuge qualche cosa ma tutti riprtono, con parole diverse, quanto illustrato da Locanthi.