Grandezza
- (tratto da ``Le basi del metodo sperimentale'') - Di G. D'Agostini Dipartimento di Fisica, Università ``La Sapienza'', Roma

...per grandezza (misurabile) si intende ``un attributo di un fenomeno, di un corpo o di una sostanza che può essere distinto qualitativamente e determinato quantitativamente''.

Il termine è utilizzato sia in senso generale (lunghezza, tempo, massa, resistenza elettrica, concentrazione in quantità di materia, etc.) sia in senso particolare (lunghezza di una barretta di acciaio, massa di un pianeta, concentrazione in quantità di materia di etanolo in un campione di vino, etc.). Le grandezze sono dette della stessa natura, o omogenee, se è possibile classificarle l'una rispetto all'altra in ordine crescente o decrescente. Grandezze della stessa natura possono essere raggruppate in categorie di grandezze, ad esempio: lavoro, calore, energia; diametro, spessore, lunghezza d'onda. Un insieme di grandezze, intese nel senso generale, fra le quali esistono delle relazioni definite costituiscono un sistema di grandezze. In esso si definiscono grandezze di base quelle che sono convenzionalmente accettate come funzionalmente indipendenti le une dalle altre. Ad esempio le grandezze lunghezza, massa e tempo sono prese generalmente come grandezze di base della meccanica (grandezze di base del Sistema Internazionale SI).

 

Grandezza mono multi-dimensionale

 

 

le grandezze possone essere monodimensionali o multidimensionali.

Una grandezza monomensionale può essere riportata su una scala che va dai valori più bassi a quelli più alti (per esempio da uno a 10). In sostanza si può stabilire, confrontando due misure della grandezza monodimensionale, quale delle due è maggiore dell’altra.

Sono grandezze monodimensionali: la temperatura, lo spostamento volumetrico, il fattore BL, ecc.

La lunghezza è una grandezza monodimensionale perché possiamo facilmente riconoscere un oggetto “lungo” da uno “corto”.

La frequenza (o altezza), la durata, la ampiezza di un suono sono tutte grandezze monodimensionali.

 

Il timbro, invece, è una grandezza multidimensionale e non si può dire se un timbro è “maggiore” o “minore” di un altro.

Anche la distorsione è una grandezza multidimensionale. La THD (distorsione armonica totale) è una grandezza modimensionale e, proprio per questo, è poco rappresentativa perché non distingue l’ordine delle armoniche e la frequenza.

 

Una grandezza multidimensionale deve essere rappresentata da un grafico (per esempio distorsione in funzione della frequenza).

 

La fatica da ascolto è una grandezza monodimensionale che misura l’effetto della distorsione (un lavoro) e non la distorsione.