ITG o ITDG (Initial Time-Delay Gap)

In un ambiente l’ ITG è l’intervallo di tempo, espresso in millisecondi, che intercorre tra l’arrivo del suono diretto e della sua prima riflessione. Tra le altre cose è correlato alla Intimità (attributo del suono di un ambiente). In un ambiente domestico l’ ITG è nell’ordine dei millisecondi. Nei primi millisecondi avviene la localizzazione della sorgente ed è importante che la prima riflessione giunga con il giusto ritardo. Nelle sale migliori, al centro della platea, l’ ITG vale meno di 25 millisecondi. Nella musica riprodotta le prime riflessioni sono contenute nella registrazione. Vedere anche Control Room ed in particolare LEDE.

 

Tempo che intercorre tra la percezione del suono diretto e della sua prima riflessione. La prima riflessione più importante è quella laterale. 

 

In un auditorio lo ITG è nell’ordine di 10-25 millisecondi.

 

In un ambiente domestico è nell’ordine di qualche millisecondo. In ambiente domestico lo ITG dovrebbe essere compreso tra 4 e 10 milli secondi.

 

 

Si parla tanto delle riflessioni laterali ma si parla poco di ITG. Spesso le riflessioni laterali non sono la prima riflessione.

 

In un ambiente "piccolo"  4x5x2.8 

- ITG massimo = 3.9 millisecondi

- il cammino libero medio è di 2.4 metri (7 millisecondi circa)

 

In un ambiente "grande"  [url]https://it.wikipedia.org/wiki/Musikverein[/url]

- ITG massimo = 55 millisecondi

- il cammino libero medio è di 15.5 metri (45 millisecondi circa)

 

Lo ITG è il tempo che impiega la prima riflessione per raggiungere il punto di ascolto.

Il cammino libero medio è lo spazio che intercorre tra due riflessioni successive.

 

In un grande ambiente la prima riflessione del suono arriva dopo un tempo "lungo" e le riflessioni  successive arrivano "distanziate" tra loro.

L'apparato uditivo integra le riflessioni che giungono all'interno del "tempo di integrazione" che dura da 35 a 80 milliseconi. Meno ne arrivano e meno fatica deve fare l'apparato uditivo per associare ciascun suono alla sua riflessione.

 

Nel confronto di ambienti domestici (piccoli ambienti) e teatri o auditori (grandi ambienti) bisogna confrontare la densità di energia ovvero l'energia acustica per metro cubo.

Se immetto un Watt acustico in un ambiente di 56 metri cubi (5x5x2.8) l'orecchio riceve una certa quantità di potenza. Se immetto un Watt acustico in un ambiente di 16000 metri cubi l'apparato uditivo è riceve una energia 275 volte inferiore.

[url]https://it.wikipedia.org/wiki/Musikverein[/url]