Livello di Ascolto

 

In questa figura viene illustrato, graficamente, cosa succede equiparando le pressioni di picco (a sinistra) o i livelli RMS (a destra). Il livello RMS corrisponde al livello SPL. Equiparando i livelli di picco si ottiene un “volume maggiore” mentre equiparando i livelli RMS si ottiene la stessa sensazione di “volume” anche se l’ampiezza dei picchi di segnale è minore. Questa ultima situazione e meglio tollerata e meno affaticante.

 

Meglio tollerabile e meno affaticante non significa più fedele ma sicuramente più “gradevole”. Una compressione eccessiva compromette la “fedeltà” della registrazione.

 

 

Il massimo valore del fattore di cresta del segnale musicale presente su CD vale circa 30. Il valore minimo vale circa 3. Per quanto riguarda il fattore di cresta non si deve considerare un ipotetico valore medio ma il valore massimo o almeno il valore massimo caratteristico del genere musicale preferito. Più il fattore di cresta è basso e più il livello SPL è alto e la registrazione “suona più forte” a parità di rotazione della manopola del volume dell’amplificatore. I programmi musicali compressi (o sovramodulati) sono adatti per ambienti rumorosi (per esempio l’automobile o il supermercato) e non sono adatti per i sistemi ad Alta Fedeltà. Quando il fattore di cresta è alto, il livello del rumore ambientale di fondo deve essere basso.