Strumenti di misura

MB - 8 maggio 2017

 

Amperometro:  è lo strumento che misura la corrente elettrica. La sua impedenza di ingresso è idelmente nulla e va inserito in serie all’elemento ove scorre la corrente da misurare. Può misurare la corrente di picco, media e alcuni la corrente RMS

 

Pinza Volt_Amperometrica: strumento che, grazie ad un sensore ad effetto Hall, consente di misurare la corrente senza interrompere il circuito.

 

Voltmetro: è lo strumento che misura la tensione elettrica. La sua impedenza di ingresso è idelmente infinita e va collegato in parallelo all’elemento ai capi del quale si vuole misurare la tensione. . Può misurare la tensione di picco, media e alcuni la tensione RMS

 

Multimetro: strumento multifunzione che misura corrente, tensione, resistenza. Alcuni possono verificare i diodi e le giunzioni in generale.

 

Ohmmetro: strumento che misura la resistenza di un componente bipolare (resistore, induttore, ecc.).

 

Oscilloscopio: strumento dotato di display in grado di rappresentare forme d’onda periodiche. Un tempo il display era un tubo CTR. Oggi gli oscilloscopi sono digitali con diplay a LED. Oggi è anche possibile realizzare un oscilloscopio con un PC (i programmi si trovano anche gratuiti in rete) Esistono diversi tipi di oscilloscopio: a canale singolo, muliticanale con operatività XY, a capionamento, con display a persistenza variabile (una “memoria” utile per visualizzare segnali a bassissima frequenza). Esistono oscilloscopi con banda passante a 10, 100, e più MHz. Per le frequenze più alte si usano gli oscilloscopi a campionamento (che funzionano sullo stesso principio dello stroboscopio). Gli oscilloscopi digitali sono generalmente dotati di convertitori A/D da 12, 16 o più bit. Quelli per alta frequenza hanno convertiroi da 8 bit (più il segnale è veloce e meno tempo c’è per misurarlo). L’impedenza di ingresso dell’oscilloscopio generalmente vale 1 Mohm (con qualche pF in parallelo).

 

Distorsiometro: strumento che misura la distorsione THD (Total Harmonic Distorition) o distorsione totale per soppressione della fondamentale. Strumento oggi superato e sostituito dall’analizzatore di spettro.

 

Analizzatore di Spettro: vedere analizzatore di spettro. L’analizzatore di spettro ha sostituito molti strumenti tra cui il distorsiometro.

 

Ponte RLC: strumento che misura il valore di resistori, condensatori ed induttanze. Tipicamente la misura avviene a frequenze fisse (1kHz, 10kHz, ecc.).

 

Fonometro: strumento idoneo a misurare il livello della pressione acustica (è dotato di un microfono). Dotato di filtri di pesatura (A, B, C, ecc). Alcuni sono dotati di analizzatore di spettro. Nella sostanza il fonometro è costituito da un microfono (che rileva la pressione) un preamplificatore (che tratta il segnale in tensione prodotto dal microfono) e un voltmetro la cui scala è opportunamente tarata in dB. I fonometri di distinguono per la classe. I migliori sono quelli di classe 1. Per le misura in campo audio la banda passante deve estendersi almeno da 20 a 20kHz

 

Personal Computer: Oggi il personal computer, grazie ad interfacce dedicate, si trasforma in oscilloscopio, multimetro, analizzatore di spettro multicanale, ecc. Spesso è sufficiente utilizzare l’ingresso della scheda audio integrata nel PC (con una limitazione sulla banda di analisi e l’impedenza di ingresso). Per le misure in campo audio non ci sono  problemi. La risoluzione è, al minimo, di 16 bit.

 

Gli strumenti di misura, da soli, non bastano: bisogna anche saperli adoperare (conoscere i principi di funzionamento). Una volte fatte le misure si deve anche essere in grado di calcolare gli errori. Una misura, se non è accompagnata dall’errore, non è una misura ma una stima.