Distorsione_condotti_reflex
04 aprile 2020
MB


Il condotto reflex deve essere dimensionato in modo che la velocitÓ di picco dell'aria non superi il 5% della velocitÓ del suono ovvero 17 metri al secondo o 62 km/h circa (Eargle).
Altri indicano l'8% e altri ancora lo 0.5%.
Questo, con altre considerazione, porta a stabilire il minimo rapporto tra superficie di radiazione (SD) e superficie del condotto (SP). In ogni caso il rapporto SD/SP non deve superare 8 (per rispettare le ipotesi di d'Alembert). Alcuni usano i tubi flangiati. Il condotto, se Ŕ flangiato, lo deve essere a tutte e due le estremitÓ allo stesso modo. Dato che la flangia aumenta l'ingombro effettivo del condotto, conviene adottare direttamente un condotto non flangiato di diametro maggiore.
Questa soluzione per˛ Ŕ troppo semplice: i condotti flangiati sono pi¨ "attraenti". In realtÓ servono a poco (come dimostrano le misure sulla Opera Divina del 2004 con condotto troncato).
Se il condotto risulta troppo lungo va sostituito con un altoparlante passivo (o radiatore passivo).