Distorsione di Cross-over

o di incrocio

o di passaggio per lo zero

detta anche “notch distortion”

 

di Mario Bon

22 settembre 2015

 

vedere anche amplificatore - classi

 

Avviene negli amplificatori di classe B e AB (stadio di uscita in push-pull) quando un dispositivo  va in interdizione (e l’altro in conduzione). Per la classe B, su carico resistivo, questa transizione avviene in corrispondenza del passaggio per lo zero. Su carico reattivo la distorsione di cross-over è sempre presente ma si manifesta in corrispondenza a tensioni positive o negative (a seconda della reattanza del carico). Per questo motivo, regolare la distorsione di cross-over su carico resistivo è quasi inutile.

Negli amplificatori in classe AB il passaggio da classe A a classe B non avviene nell’intorno dello zero ma ad una tensione determinata dalla  polarizzazione degli stadi di uscita. Quello che cambia invece è la resistenza di uscita che aumenta durante il funzionamento in classe B (un solo ramo in conduzione) rispetto al funzionamento in classe A (due rami in parallelo). Questo provoca un repentino incremento del segnale di controreazione che deve adeguare la tensione ai capi del carico.

Da questo punto di vista gli amplificatori in classe A sono sicuramente superiori: nessuna distorsione di cross-over e impedenza di uscita costante.

Gli amplificatori in classe A, tuttavia, hanno efficienza bassa e scaldano molto (quindi sono scomodi per l’utente).

La variazione della impedenza di uscita comporta una specie di compressione dinamica dipendente dalla frequenza (dalla impedenza del carico) che deve essere corretta dalla retroazione.

 

 

 

Distorsione di incrocio nell’amplificatore operazionale National LM324

Distorsione di cross-over per un amplificatore in classe B quando il carico è puramente resistivo.