Distorsione di Forma (Distorsione Stazionaria)

di Mario Bon

18 luglio 2015

La “distorsione di forma” riguarda l’ “invarianza in forma” per i segnali.

Un sistema è invariante in forma se il segnale che lo attraversa  mantiene la sua forma nel tempo ovvero se la risposta è proporzionale allo stimolo

 

Vout(t) = K Vin (t)

 

Un segnale è “distorto in forma” quando ciò non avviene limitatamente ai picchi di segnale. La distorsione di forma può essere considerata una compressione limitata ai picchi (non una tosatura come avviene nel clipping) ma il risultato di un “clipping morbido” come quello tipico degli amplificatori a valvole poco retroazionati.

La distorsione di forma può anche essere elevata ma, dato che dura pochi millisecondi, viene facilmente tollerata. Per questo è opportuno distinguerla dalla distorsione stazionaria che riguarda invece la fase di sustain (mantenimento) del segnale ed è molto più facilmente udibile e meno tollerata.

 La figura qui sotto illustra la situazione.