Distorsione armonica, di intermodulazione, ecc:
vedere gli articoli nel sito

- Misure: 431 Distorsione (in generale)(16.01.2013)
- Misure: 431a Distorsione di fase (13.02.2013)

 

Distorsione Non Lineare (cause):  Nell’altoparlante dinamico le cause di distorsione sono:

 

-         la non linearità della caratteristica statica di trasferimento (Bl ed elementi elastici)

-         offset dinamico (gradiente di B, compressione da offset)

-          la qualità del ferro che compone il polo centrale e le piastre polari (*)

-          variazioni termiche (compressione termica)

-         attriti non viscosi (strutturale e Coulombiano: isteresi e passaggio per lo zero)

-         la massa non nulla degli elementi elastici (spider e rim)

-         le limitazioni da slew rate meccanico (analoga a quella dei cantilever dei pick-up)

-         le variazioni di induttanza e di flusso (correnti di Focault) (**)

-         il break up della membrana (moti asimmetrici, trasversali e sub-armoniche)

-         effetto doppler

-         rocking (movimenti non assiali della bobina mobile)

-         effetto coincidenza nel diaframma

 

(*) dovrebbe essere ferro dolce. Il polo centrale  e la piastra polare inferiore dovrebbero essere fuse in un unico pezzo. La piastra polare superiore dovrebbe essere dello stesso materiale e ottenuta con la stessa lavorazione. In questo modo il prodotto BL è maggiore. Il polo centrale dovrebbe essere saturo in modo che il campo magnetico non possa cambiare a causa del campo prodotto dalla bobina mobile (che tende a modularne l’intensità).

 

(**) con il woofer mod. U18 la Seas ha introdotto la placcatura in rame del supporto della bobina mobile (in allumino). In questo modo si cortocircuitano le correnti di Focault sul supporto e si riduce anche l’induttanza della bobina mobile. Rispetto al mod. E18 che ha lo stesso gruppo magnetico e la stessa bobina mobile, l’induttanza Le si riduce di circa  due terzi.  Risultati migliori si ottengono con un supporto in titanio (non conduttivo ma più pesante dell’alluminio) o in nomex (leggero ma igroscopico). Vengono anche usati Kevral e fibra di vetro.

 

In un diffusore acustico la distorsione armonica e di intermodulazione dipendono dalle stesse cause; la presenza dell’una implica quella dell’altra  e le due forme di distorsione, nelle effettive condizioni d’uso, non sono separabili. Le forze di attrito colombiane e strutturali solo causa dell’isteresi. A queste si devono aggiungere la distorsione Sub armonica  e la distorsione per effetto Doppler.

 

Distorsione armonica

Armoniche superiori fino al ventesimo ordine

Distorsione sub armonica

Frequenze inferiori alla fondamentale + tutte le armoniche

Distorsione intermodulazione

Bande laterali, somma e differenza di frequenze vicine

Distorsione Doppler

Bande laterali simili a intermodulazione

Compressione termica

Distorsione di forma, riduzione della sensibilità, variazione dei parametri di Small, variazione degli allineamenti a bassa frequenza.

Compressione meccanica

Distorsione di forma

Attriti non viscosi

Isteresi, zero crossing (o detta anche di cross-over) (***)

Slew rate

Distorsione dei transienti, riduzione della banda passante ai grandi segnali

 

(***) si manifesta con un tasso di distorsione armonica che diminuisce all’aumentare dell’ampiezza dello spostamento. Se il rim è in gomma, dipende dallo spider.