Essere
12 luglio 2018
MB


L'essere non Ŕ un ente ma una variabile di stato di un ente, la prima, che ammette solo due valori: vero o falso.

Verbo usato spesso impropriamente al posto di "avere". Un oggetto non "Ŕ" ma "ha" delle proprietÓ. Il verbo essere si usa con molte accezioni: copulativa, veridica, di uguaglianza, di appartenenza, di inclusione. Lasciando da parte Aristotele, basterÓ usare, in luogo di essere, un verbo pi¨ appropriato. Per esempio invece di dire "sono a Venezia", si dirÓ "mi trovo a Venezia".