Rasoio di Occam
12 luglio 2018
MB


Dice Guglielmo da Occam: è inutile formulare più ipotesi di quante non strettamente necessario, cerchiamo di spiegare i fenomeni nel modo più semplice possibile.In passato, ogni volta che si incontrava un fenomeno sconosciuto, si aggiungeva un ente per giustificarlo. Giove scagliava i fulmini, Poseidone era responsabile delle tempeste e dei terremoti, Eolo soffiava i venti e, in più, uno stuolo di altri dei cui si aggiungevano una ninfa per ogni albero e ogni ruscello. La stessa cosa è stata fatta con il cervello (io, self, mente, conscio, inconscio, super-io, sé, proto sé, mente, sé autobiografico, ecc.). Questo modo di procedere è contrario al principio di economia di pensiero e diverge dalla unità di trattazione.La soluzione non è aggiungere "enti" ma adeguare il modello alle evidenze sperimentali (migliorare l'isomorfismo). Se poi non se ne può fare a meno si aggiunge un ente o si cambia il modello. Anche Albert Einstein si è espresso in modo simile: "Bisognerebbe rendere tutto il più semplice possibile, ma non troppo semplice".