Wattmetro

 

Il wattmetro  lo strumento per la misura della porenza elettrica attiva generata su una sezione di una linea elettrica.

 

Nei circuiti elettrici, la potenza complessiva data da due contributi distinti:

 

1.     la potenza attiva, misurata in Watt, responsabile della stragrande maggioranza dei fenomeni visibili (calore, sollevamento di carichi, ecc.)

2.     la potenza reattiva, in quadratura (sfasata di 90) rispetto alla potenza attiva, misurata in voltampere reattivi o VAR (sempre misurata in Watt), responsabile dei campi elettromagnetici variabili sfruttati nel funzionamento dei motori elettrici e di altri fenomeni secondari.

 

Per la misura dei due contributi di potenza si usano strumenti differenti: per la potenza attiva si usa il wattmetro mentre per la potenza reattiva si usa il varmetro

 

la potenza attiva si calcola con la seguente relazione P=VI cosf (espressa in Watt){\displaystyle P=V\cdot I\cdot \cos \phi }P = VIcosf

dove:

                    V = valore efficace della tensione (che nei circuiti a tensione continua coincide col valore di tensione)

                    I = valore efficace della corrente (che nei circuiti a corrente continua coincide col valore di corrente)

                    f{\displaystyle P=V\cdot I\cdot \cos \phi }P = VIcosf{\displaystyle \phi } = angolo di sfasamento tra tensione e corrente.

 

Il termine{\displaystyle \cos \phi } cosf  detto fattore di potenza ed equivale all'efficienza del circuito stesso. In base alla definizione la potenza attiva massima in valore assoluto quando tensione e corrente sono in fase ({\displaystyle \phi }f=0) o in controfase (f{\displaystyle \phi }f=180) mentre nulla quando tensione e corrente sono tra di loro in quadratura ({\displaystyle \phi }f=90 o 270). Inoltre, nel caso di correnti e tensioni continue lo sfasamento {\displaystyle \phi }f si considera nullo e quindi il fattore {\displaystyle \cos \phi } cosf vale 1 e la relazione si riduce quindi a {\displaystyle P=VI}P=VIP=VI .

 

Il wattmetro utilizzabile anche per misure su circuiti in regime di tensione e corrente continua.

 

.