Udibilita_Fase
22 settenbre 2019
MB


Dato che una certa quantità di campo riverberato è indispensabile alla vita normale, la fase ha una importanza relativa se non fosse per la necessità di formare correttamente i transitori di attacco e di discesa. L'apparato uditivo non è un sistema passivo e gestisce la fase e i transitori in modo "indipendente". In un sistema lineare la fase e la risposta ai transitori non sono indipendenti e, per riprodurre correttamente i transienti dobbiamo forzatamente tendere a sistemi a fase minima.

Quando ascoltiamo musica riprodotta con un diffusore multivia, la semplide rotazione della testa o il fatto di stare seduti o in piedi, cambia il ritardo con cui il suono prodotto dai singoli altoparlanti giungono alle orecchie dell'ascoltatore. Ne segue che cambia anche la risposta impulsiva percepita. Ne segue che i ritardi temporali tra le diverse vie dovrebbero risultare inferiori a quelli provocati dai movimenti dell'ascoltatore