Udito_Controreazione
29 dicembre 2020
MB


L'orecchio dispone di tre meccanismi di controreazione. Due sono meccanici ed agiscono sulla catena degli ossicini. La terza agisce sulla membrana basilare ed Ŕ comandata dal cervello:
1 - la tensione del timpano viene regolata in funzione dell'intensitÓ dello stimolo

La prima ha la funzione di proteggere l'orecchio da suoni troppo intensi e, entro certi limiti, ci riesce. Quando il livello sonoro supera i 120 dB si avverte dolore e la riduzione di sensibilitÓ temporanea, quando supera 148 dB le strutture muscolari collassano e la perdita di udito Ŕ definitiva. Quando l'udito Ŕ esposto ripetutamente a suoni troppo intensi il recupero della normale sensibilitÓ richiede un tempo sempre pi¨ lungo fino a diventare irreversibile.

2 - la sensibilita viene ridotta durante la masticazione

Queso serve ad impedire che la masticazione (fondamentale per la spravvivenza) diventi fastiosa ed induca a ridurre l'alimentazione o a non mangiare determinati cibi o a ridurre la fase della masticazione.

3 - il cervello comanda le cellule ciliate di bloccare determinati "suoni".
Questo meccanismo Ŕ comandato dal cervello per cui Ŕ giusto dire che il cervello "sente quello che vuole sentire".

Si veda effetto cocktail-party, ascolto intenzionale ed ascolto critico.